string(19) "647,645,643,642,638"

100 nomi da bambino

NOMI DA BAMBINO: Ancora indecise sulla scelta del nome?? Ecco 100 nomi da maschietto di tutti i tipi, più classici o mederni, con significato e onomastico, per aiutarvi a trovare quello perfetto!

Nomi di bambino che iniziano con A

Andrea: deriva dal nome greco Andreas e dalla parola greca andros che significa "uomo, maschio, virile". Il termine andros è l'equivalente del latino vir da cui deriva proprio l'aggettivo "virile". Onomastico: 30 novembre: Sant'Andrea – Apostolo.


Antonio: Deriva dal nome della gens latina Antonius, di probabile origine etrusca e di significato incerto; un'ipotesi è che volesse dire "inestimabile", un'altra è "che combatte, che affronta".

Onomastico: 13 giugno: Sant'Antonio di Padova - Sacerdote e Dottore della Chiesa

 

Aleksej: Variante russa del nome Alessio assieme a Aleksiej, Alieksei, Alieksiej, Aliocha (Alioscia), Sacha, Saga (Sascia), Assj. Onomastico: 6 luglio, Sant'Alessio di Roma.

Nomi bambini che iniziano con B

Bartolomeo: discende dal nome greco Bartholomaios che a sua volta deriva dall'aramaico Bar Thalmai, ovvero "figlio di Thalmai". Dove con il termine Thalmai si indicava un"campo ben arato" oppure "solchi abbondanti". Onomastico: 24 agosto: San Bartolomeo - Apostolo.

Benjamin: variante del nome Beniamino, deriva dall'ebraico Benyamin, che significa “figlio della destra, prediletto”. Onomastico: 31 marzo: San Beniamino - Diacono e martire.

Bruno: deriva dall'antico danese 'brun' e significa 'bruno, scuro'. L'onomastico viene festeggiato il 6 ottobre in memoria di San Bruno Abate, fondatore dei Certosini.

Nomi bambino che iniziano con C

Claudio: deriva dal soprannome Claudius che a sua volta deriva dal termine latino claudus che significa persona che zoppica. Onomastico: 18 febbraio: Santi Massimo, Claudio, Prepedigna, Alessandro e Cuzia - Martiri di Ostia.
Cristian: variante del nome Cristiano, deriva dal termine latino christianus che significa "seguace di Cristo". Onomastico: 7 aprile: San Cristiano - Sacerdote e martire.

Carlo: Il nome maschile deriva dal tedesco kart e significa 'uomo libero'. Onomastico: 6 gennaio, san Carlo da Sezze, frate laico francescano.

Connor: deriva dal nome gaelico Conchobha che significa "forte", "capo" e "punta", "cima", ma altre fonti gli attribuiscono il significato di "amante dei cani" o "amante dei lupi". L'onomastico si può festeggiare il 1º febbraio in memoria del beato Conor O'Devany, martire a Dublino.

Nomi di bambini che iniziano con D

Dante: abbreviazione del nome Durante, deriva dal termine latino durans che significa "perseverante, fermo, risoluto". Onomastico: 11 febbraio: San Durando di Clermont - Vescovo.

Damiano: deriva dal greco Damians e significa 'discendente da Dàmia'. L'onomastico si festeggia il 26 settembre, in onore di San Damiano diacono, medico, nato in Arabia nel III secolo.

Davide: deriva dal termine ebraico Dawidh che significa "amato, diletto". Onomastico: 29 dicembre: San Davide - Re d'Israele e profeta.

Daniele: è il nome di uno dei maggiori profeti e il suo nome, di origine ebraica, è più o meno traducibile con l’espressione “Giudicato da Dio”.  L’onomastico è festeggiato il 21 luglio.

Diego: Nome di origine spagnola, che deriva dall'antico nome latino Didacus e a sua volta dal greco Didachós. Diego è legato pertanto al verbo greco didáskein, "istruire": il significato è quindi "istruito, colto".

Onomastico: 12 novembre: San Diego di Alcalà - Religioso.

Nomi bambini che iniziano con E

Edoardo: deriva dal termine anglosassone Eadweard, composto da ead, "proprietà" e werd, "guardiano", assumendo il significato di "difensore della propria ricchezza". Onomastico: 5 gennaio: Sant'Edoardo III il Confessore - Re d'Inghilterra.

Emanuele: deriva dal termine ebraico Immanuele e significa "Dio è con noi". Onomastico:26 marzo: Sant'Emanuele - Martire.

Elia: altro fra i maggiori profeti dell’Antico Testamento che riveste un’importanza particolare nella storia e nella tradizione del popolo ebraico. Il suo nome ha il significato di “Dio è il mio Signore” e per antichissima tradizione, la sua festa è celebrata il 20 luglio.

Enea: Nome che deriva dal greco Aineas e significa "lodato, approvato, laudato".

Onomastico: 15 novembre: Beato Enea da Faenza.

Nomi bambino che iniziano con F

Federico: deriva dal termine germanico Frithurik, successivamente reso in latino Fredericus. Composto dalle parole frithu "pace" e rikja "ricco, potente", significa "potente nella pace". Onomastico: 27 maggio: San Federico di Liegi - Vescovo.

Francesco: deriva dal termine tedesco frankisk, poi latinizzato in franciscus e significa "appartenente ai Franchi" o "francese". Viene anche considerato come derivato da Franco e in questo caso significa "libero". Onomastico: 4 ottobre: San Francesco d'Assisi - Patrono d'Italia.

Filippo: Il nome deriva dal latino Philippus a sua volta ripreso dal greco Philippos. E' composto da philein, amare, e hippos, cavallo. Il suo significato è pertanto "amante dei cavalli o amico dei cavalli".

Onomastico: 26 maggio San Filippo Neri - Sacerdote.

Fabio: deriva dal nome di una grande famiglia romana, la gens Fabia, e ha origine dall'etrusco faba che significa “fava”. Onomastico: 11 maggio San Fabio Martire.

Nomi di bambini che iniziano con G

Gabriele: deriva dal termine aramaico Geber-El che significa "eroe di Dio", ma anche dall'ebraico Gavriel composto a sua volta da gabar, "uomo forte" o da geber, "uomo" ed El “Dio", assumendo quindi il significato "Dio è stato forte" o "uomo di Dio". Onomastico: 29 settembre: San Gabriele - Arcangelo.

Gioele: deriva dall'ebraico Yeho e El che sono entrambi appellativi di Dio. Il nome assume quindi il significato "Dio è Dio". Onomastico:19 ottobre: San Gioele - Profeta d'Israele.

Gionata: il figlio maggiore del re Saul, un combattente valoroso famoso per il suo coraggio e la sua amicizia con Davide. Nessun santo ha successivamente portato questo nome, quindi l’onomastico si festeggia il 1° novembre, giorno di Ognissanti.

Giosuè: è il condottiero che, succedendo a Mosè, guida le tribù di Israele alle prime conquiste dopo la fine della deportazione in Egitto. Il suo nome significa “il Signore Salva” e viene festeggiato tradizionalmente il 1° settembre.

Giuseppe: il patriarca, figlio prediletto di Giacobbe, fondatore di tribù ha, naturalmente, dato il nome anche ad uno dei santi più popolari e venerati, il padre putativo di Gesù. Nel mondo, nelle diverse lingue, è il nome maschile più diffuso. Significa “cresciuto da Dio” e la sua festa  è il 19 marzo.

Giacomo: è in realtà un nome dall’antica origine aramaica che compare più volte anche nell’Antico Testamento e la cui forma ebraica è Giacobbe. Il suo significato è “Seguace di Dio”. Tuttavia è legato soprattutto a due apostoli: il “Maggiore” che fu martirizzato nel 44 d.C.  e il “Minore” che era soprannominato “il Giusto”. L’onomastico è festeggiato il 25 luglio. Jacopo, o il diminutivo Mino, ne costituiscono diffuse forme modificate.

Giovanni/Giovanna: Il significato è “dono di Dio” e la sua importanza è testimoniata dal fatto di essere stato portato da diverse centinaia di Santi nella storia. Per la data dell’onomastico non resta che scegliere il santo preferito. Gino, Gianni, Nanni e l’accezione russa Ivano sono altre forme, con il rispettivo femminile, di Giovanni.

Nomi bambino che iniziano con H

Harry: variante del nome inglese Henry, deriva dal termine germanico Heimrich che significa "dominatore, possente in patria". Onomastico: nome adespota che può essere festeggiato il 1° Novembre, festa di Ognissanti.

Hermes: di origine greca, significa "tumulo, mucchio di pietre". Nome del dio greco, messaggero degli dei, significa anche “messaggero”. Onomastico: nome adespota che può essere festeggiato il 1° Novembre, festa di Ognissanti.

Hannibal: versione originale latina dell'Annibale che tutti conosciamo. Adattamento del nome fenicio o punico Hanniba'al che significa "grazia di Ba'al" o "il mio favore è con Ba'al"o ancora, più liberamente, "benefico [è il] signore".

Onomastico: 1 giugno , quando si festeggia Sant'Annibale Maria di Francia.

Nomi di bambini che iniziano con I

Iacopo: variante del nome Giacomo, deriva dall'ebraico Jaakob che significa "seguace di Dio". Onomastico: 13 luglio: Beato Jacopo da Varazze - Arcivescovo di Genova.

Ignazio: deriva dal nome della gens romana Egnatius che a volta  discende dalla parola latina ignis che significa "fuoco". Onomastico: 31 luglio: Sant'Ignazio di Loyola.

Nomi bambino che iniziano con J

Jackson: deriva da un cognome di origine ebraica e significa "figlio di Jack". Considerato come variante di John e Jacob  significa "seguace di Dio". Onomastico: nome adespota che può essere festeggiato il 1° Novembre festa di Ognissanti.

Jeremias: variante del nome Jeremiah che a sua volta deriva dall'ebraico Yirmiyahu che significa "esaltazione del Signore/elevato dal Signore". Onomastico: 1 maggio: San Geremia - Profeta.

Joshua: Deriva dall'ebraico e significa "il Signore è la mia salvezza". Corrisponde al nome italiano Giosuè ed ha origine dalla stessa radice di Gesù.

Onomastico: 1 settembre: San Giosuè - Patriarca in Palestina.

Nomi di bambini che iniziano con K

Ken: diminutivo del nome Kenneth è di origine gaelica e significa “bello” oppure “nato in fiamme”. Onomastico: nome adespota che può essere festeggiato il 1° Novembre.

Kledi: variante albanese del nome Claudio, significa “zoppo”. Considerato come derivato del greco Kleitos, invece, significa "splendido, famoso". Onomastico: nome adespota che può essere festeggiato il 1° Novembre.

Nomi di bambini che iniziano con L

Leonardo: deriva dal termine longobardo Leonhard, composto dalle parole leo, "leone" e hard, "forte, coraggioso". Assume quindi il significato di "forte come un leone". Onomastico: 6 novembre: San Leonardo di Noblac - Eremita.

Lorenzo: deriva dal latino e significa "abitante di Laurento", che è una città del Lazio di cui non vi sono rimasti resti. Onomastico: 10 agosto: San Lorenzo - Diacono e martire.

Luca: potrebbe provenire dal termine lux, "luce". Infatti questo nome veniva attribuito ai bambini nati all'alba. E' il nome del primo fra gli autori della Bibbia non ebreo. Luca è presente nelle classifiche dei primi 20 nomi maschili per neonati più popolari negli ultimi anni in Italia. In Ungheria e in Croazia è invece utilizzato al femminile.

Onomastico: 18 ottobre: San Luca - Evangelista.

Liam: Nome di origine irlandese, costituisce un diminutivo di William, termine inglese per Guglielmo. Deriva dal germanico Willhelm ed è costituito da wil, "volontà, desiderio" e da helm, "elmo, elmetto, protezione"

Onomastico: 25 giugno: San Guglielmo di Montevergine (o da Vercelli) – Abate.

Nomi di bambini che iniziano con M

Marco: deriva dal latino Martcus e significa "dedicato al dio Marte". Onomastico: 25 aprile: San Marco - Evangelista.

Michele: deriva dall'ebraico Mikha'el e significa "Chi è come Dio?". Onomastico: 29 settembre: San Michele - Arcangelo.

Matteo/Mattia: i due nomi provengono dalla stessa radice ebraica che significa “Regalo di Dio”; Matteo è l’apostolo ex-esattore delle tasse divenuto evangelista, mentre Mattia è colui che è chiamato a prendere il posto di Giuda Iscariota nel collegio dei Dodici dopo l’Ascensione. Il Santo levìta si festeggia il 21 settembre, mentre Mattia si festeggia il 14 maggio.

 

 

Nomi di bambini che iniziano con N

Nicola: deriva dal greco Nikòlaos, poi reso in latino Nicolaos. Unione dei termini Nike, "vittoria" e laos, "popolo", significa "vincitore del popolo". Onomastico: 6 dicembre: San Nicola di Bari – Vescovo.

Noah: deriva dal termine ebraico Nóah che significa "chi consola e porta tranquillità e riposo". Onomastico: 18 novembre: San Noè – Patriarca.

Nathan:  Significa “Dio ha dato”. Molto usato nei paesi anglosassoni, individua due personaggi biblici, un profeta e il figlio del re Davide. Come Gionata è un nome “adespota”, cioè privo di un santo corrispondente, e si festeggia quindi il 1° novembre.

Nicolò: Costituisce una variante di Nicola, nome che deriva dal greco Nikòlaos, Nicolaos in latino.

Onomastico: 6 dicembre: San Nicola di Bari - Vescovo.

Nomi di bambini che iniziano con O

Oronzo: deriva dal latino Orontius e significa è "veloce”. Onomastico: 26 agosto: Sant'Oronzo di Lecce - Vescovo e martire.

Osvaldo: di origine sassone, è la versione italiana del nome portoghese Oswald. È composto da due termini: hos, "dio" e wald, "potere", assumendo il significato "potere divino". Onomastico: 5 agosto: Sant'Osvaldo di Northumbria - Re e martire.

Nomi di bambini che iniziano con P

Paolo: deriva dall'aggettivo latino paulus e significa "piccolo" o anche "giovane". Onomastico: 29 giugno: San Paolo – Apostolo.

Piero: variante del nome Pietro, deriva dal termine aramaico Kephas che significa "pietra". Onomastico: 21 febbraio: San Pier Damiani - Vescovo e Dottore della Chiesa.

Pietro: nome fra i più diffusi in tutto il mondo, individua un personaggio che non ha bisogno di presentazioni, capo degli apostoli e, di fatto, primo Papa della storia. È universalmente noto anche che derivi da “Cefa”, ovvero “pietra, sasso”. Si festeggia il 29 luglio.

Nomi di bambini che iniziano con Q

Quentin: versione francese ed inglese del nome Quintino, deriva dal latino Quintinus che a sua volta discende da Quintus, termine romano per indicare il "figlio nato dopo il quarto parto" oppure il "figlio di Quinto". Onomastico: 31 ottobre: San Quintino di Vermand – Martire.

Quirico: deriva dal nome greco cristiano Kyriakós che a sua volta discende da Kýrios "Dio, Signore". Il nome dunque significa "uomo del Signore" o "dedicato al Signore". Onomastico: 16 giugno: San Quirico - Martire.

Nomi di bambini che iniziano con R

Raffaele: deriva dal termine ebraico Rapha El che significa "medico di Dio, Dio ha guarito". Onomastico: 29 settembre: San Raffaele – Arcangelo.

Rocco: di origine celtiche, significa “di alta statura”. Potrebbe anche derivare dal termine germanico hrok, "riposo", oppure dal gotico hruk, "cornacchia, corvo". Onomastico: 16 agosto: San Rocco - Pellegrino e taumaturgo.

Riccardo: Il nome deriva dal provenzale Richart tratto a sua volta dal tedesco e significa "ricco, potente".

Onomastico: 3 aprile: San Riccardo di Chichester - Vescovo

Nomi di bambini che iniziano con S

Sebastiano: deriva dal greco, poi latinizzato Sebastianus e significa "uomo illustre". Onomastico: 20 gennaio: San Sebastiano – Martire.

Simeone: deriva dall'ebraico biblico Shimeon e significa "mandato da Dio per esaudire i desideri dei genitori". Onomastico: 27 aprile: San Simeone I di Gerusalemme - Vescovo e martire.

Samuele:  profeta e giudice, Samuele è colui che ha scelto Saul come primo re di Israele e Davide come suo successore. Significa “nome di Dio” e l’onomastico è il 20 agosto.

Simone:  anche nell’accezione Simeone, Simone è uno dei nomi più comuni nella Bibbia. Individua diversi personaggi fra cui il secondo dei figli di Giacobbe, un cugino di Gesù poi martirizzato e che fissa l’onomastico del nome al 18 settembre e, naturalmente, l’Apostolo di Gesù detto “il Cananeo”, anch’egli martirizzato. Era naturalmente anche il nome “originario” di Pietro. L’onomastico è il 28 ottobre.

Stefano: Il nome ha origine greca, da Stephanos, poi latinizzato in Stephanus e significa "corona" e pertanto per associazione "incoronato"

Onomastico: 26 dicembre: Santo Stefano - Primo martire

Nomi di bambini che iniziano con T

Tiziano: deriva dal latino Titianus che significa "appartenente alla gente Tizia", nome di una gens romana. Onomastico: 3 marzo: San Tiziano di Brescia – Vescovo.

Tommaso: deriva dall'aramaico Taóma, in seguito reso in latino Thomas/Thomasus che significa "gemello". Onomastico: 28 gennaio: San Tommaso d'Aquino - Sacerdote e Dottore della Chiesa.

Nomi di bambini che iniziano con U

Ugo: deriva dal termine tedesco Hug e significa "spirito perspicace". Onomastico: 1 aprile: Sant'Ugo di Grenoble – Vescovo.

Umberto: deriva dal tedesco Humbert che significa "orso illustre, spendido gigante". Onomastico: 6 settembre: Sant'Umberto di Maroilles – Abate.

Nomi bambino che iniziano con V

Valentino: deriva dal latino Valens che a sua volta ha origine da un antico nome etrusco. Significa “vigoroso, forte, in forma". Onomastico: 14 febbraio: San Valentino - Vescovo e martire, patrono degli innamorati.

Vincenzo: deriva dall'aggettivo latino vincens e significa "destinato alla vittoria, vittorioso". Onomastico: 22 gennaio: San Vincenzo di Saragozza - Diacono e martire.

Vladut: Proviene dalla parola slava "volod" che significa " regola. Vezzeggiativo del nome Vlad. E' un nome “adespota”, cioè privo di un santo corrispondente, e si festeggia quindi il 1° novembre.

Nomi di bambini che iniziano con W

Walter: di origini germaniche, deriva dall'unione dei termini waldaz, "comandante" e haria, "esercito". Assume quindi il significato di "comandante dell'esercito". Onomastico: nome adespota può essere festeggiato il 1° Novembre, festa di Ognissanti.

William: versione inglese del nome Guglielmo, deriva dal nome germanico Willihelm che significa "elmetto della volontà". Onomastico: 25 giugno: San Guglielmo di Montevergine o da Vercelli - Abate.

Nomi di bambini che iniziano con X

Xander: di origini asiatiche è il diminutivo del nome Alexander. Deriva dal verbo aléxein "proteggere" e andros", assumendo dunque il significato di "protettore degli uomini". Onomastico: 26 agosto: Sant'Alessandro di Bergamo – Martire.

Xavier: deriva dal termine basco Etxaberri e significa "casa nuova". Onomastico: 3 dicembre: San Francesco Saverio - Gesuita e missionario spagnolo.

Nomi bambino che iniziano con Y

Youssef: versione araba del nome Giuseppe, discende dall'ebraico Yoseph e significa "accresciuto da Dio". Onomastico: 19 marzo: San Giuseppe - Sposo della Beata Vergine Maria.

Yuri: versione russa del nome Giorgio, discende dal greco georgos assumendo il significato di "agricoltore". Onomastico: 23 aprile: San Giorgio - Martire di Lydda.

Nomi di bambini che iniziano con Z

Zaccaria: deriva dall'aramaico Zacharyah e significa "memoria di Dio". Onomastico: 15 marzo: San Zaccaria – Papa.

Zeno: di origine greca, probabilmente dal termine Zoe oppure Zen, significa “vita”. Onomastico: 12 aprile: San Zeno (Zenone) di Verona – Vescovo.

 

 Ed ecco 100 nomi da bambina!!

 

Daniela, founder e Ceo del sito "C'era una mamma", marchigiana, copy freelance ed esperta di comunicazione, mamma di Tommaso e Matilde.

Ti potrebbe interessare

News

Cartoni di Natale 2018: cosa vedere in Tv!

Che Natale sarebbe senza i classici Disney da vedere tutti insieme in tv? E anche quest'anno le nostre giornate Natalizie saranno accompagnate da alcuni dei film che abbiamo più amato da bambine e dai film che amano i nostri piccoli.

Quelli che pubblico sono solo i primi sei film: ma aggiornerò il post man mano che uscirà la programmazione!

 

Ecco allora i primi titoli che verranno programmati sui canali Rai.

 

 

Palinsesto Rai di Natale: i film Disney programmati

 

I titoli finora confermati sono appena 6, ma il palinsesto si arricchirà giorno per giorno con altri amatissimi film come il live action di Cenerentola, Frozen, Come d’Incanto, Big Hero 6, Alla ricerca di Nemo. Ecco tutte le date che per adesso sono riuscita a trovare:

 

  • Venerdì 21 dicembre
    Maleficent – Rai 2, ore 21.20
  • Sabato 22 dicembre
    Rapunzel – L’intreccio della torre – Rai 2, ore 21.10
  • Martedì 25 dicembre
    Biancaneve e i sette nani – Rai 1, ore 21.25
  • Mercoledì 26 dicembre
    Cenerentola – Rai 1, ore 21.25
  • Giovedì 27 dicembre
    La Bella Addormentata nel Bosco – Rai 1, ore 21.25
  • Sabato 5 gennaio
    Mary Poppins – Rai 1, ore 21.15

 

 

A presto con il resto della programmazione!

News

Bambini? No grazie!

Quanto danno fastidio i bambini? Che esseri odiosi sono, che piccoli mostri capaci di creare cause che vanno avanti per anni nei tribunali, capaci di far crollare il valore di un immobile? Beh, io lo chiedo a chi abita in via Anfossi 36, vicino corso XXII Marzo, nello stesso condominio dove si trova "La locomotiva di Momo" l’asilo nido-scuola dell’infanzia privato nato nel 1996 che ospita cento bimbi e 24 lavoratori e che da anni è protagonista di una battaglia legale generata dalla volontà del condominio i scacciare i bambini perchè elementi disturbanti.

 

«Abbiamo scelto questo luogo - spiega Cinzia D’Alessandro, titolare insieme alla sorella Giuliana - perché ha ampi spazi che si affacciano sul parco di largo Marinai d’Italia. Fondamentale avere il parco vicino perché la nostra didattica si basa sul rapporto tra i bambini e la natura; a settembre abbiamo vinto il primo premio conferitoci dall’associazione Bambini e Natura. Il polo è stato ristrutturato con un grosso investimento economico, è separato dal resto del condominio, è insonorizzato e ha un ingresso indipendente. Eppure c’è addirittura chi crede che le case si siano deprezzate per colpa dei bambini. Ma tengo a dire che c’è una spaccatura, non tutti vogliono mandarci via. Veniamo confusi con una balera o discoteca, mentre l’asilo è un luogo di educazione, ci sembra siano violati i diritti civili dei bambini, come fossero nati col bollo di disturbatori. Noi insegniamo regole che tutti devono rispettare».

 

Ora una mia riflessione. Immagino che l'Asilo non sia aperto alle 2 di notte. Immagino che i bambini non giochino a tirarsi bombe molotov o a fare la rivoluzione. Anzi, è un luogo dove appunto si insegna a rispettare le regole, dove si crescono gli uomini e le donne del domani. Che cosa c'è dentro la testa e dentro lo spirito di chi non sopporta nulla?

 

A questi bambini consegneremo un mondo sporco e decadente, un'economia distrutta, un'assenza totale di etica. Possibile che non ci sia davvero spazio per loro? Inutile mettere il bambinello nel Presepe, se poi dei bambini veri non volete vedere nemmeno l'ombra.

News

Un mondo più felice (e sostenibile) per i figli: si può?

Tutti abbiamo a cuore la felicità dei nostri bimbi. Perché quando loro sorridono ci accorgiamo che il sole è sorto, che quella giornata che credevamo pessima non è poi così male, che in fondo nella vita si possono sopportare tante cose. Se, appunto, loro sono felici. 

 

E felicità per un bimbo è anche avere una casa accogliente, rispettosa dei suoi spazi, che sia il luogo dove potersi sentire protetto e amato. Chiunque di noi s’impegna per far sì che la propria casa sia così. Ma a volte si è talmente concentrati nelle nostre piccole cose, che si fa fatica ad alzare lo sguardo: e dimentichiamo che anche il resto del mondo è casa nostra. Che i prati, i campi, le strade, i mari e gli oceani sono casa nostra. Che ogni affronto che facciamo a questo Pianeta accorcerà il tempo di permanenza degli esseri umani su di esso. Che, per esempio, tra trenta anni le barriere Coralline coralline saranno solo un ricordo, insieme a tanti animali e piante e che il clima sarà sempre più instabile. 

Il pensiero di avere tutto questo sulle spalle è insostenibile: ma tutti sappiamo che le grandi maratone si affrontano un passo alla volta, un piede dopo l’altro. Ed è quello che potremmo fare noi, con scelte più consapevoli. 

 

 

Rio Mare e WWF insieme per gli Oceani

 

 

Tutti mangiamo il tonno Rio Mare, e tutti conosciamo il WWF: e io ho avuto la fortuna di poter ascoltare i rappresentati di entrambi in un incontro a Milano, realizzato per mostrare l’impegno congiunto in favore dell’Oceano. Luciano Pirovano (direttore Corporate Social Responsibility di Bolton Food – Rio Mare) e Eva Alessi (Responsabile Consumi Sostenibili e Risorse Naturali del WWF) ci hanno spiegato che da molto tempo Rio Mare sta cercando di cambiare i propri modelli di pesca, e nel dicembre del 2016 è stata firmata una partnership internazionale proprio tra Bolton Food e WWF, che porterà l’Azienda a rifornirsi entro il 2024 esclusivamente di tonno certificato MSC o proveniente da solidi progetti di miglioramento della pesca (Fishery Improvement Projects, o FIPs).  

Tutto questo ha come obiettivo la modifica della filiera del tonno, che deve essere resa più sostenibile. 

 

 

Obiettivi della collaborazione 

 

Wwf in tutto questo ha il ruolo (e devo dire che la definizione mi è piaciuta molto) di CRITICAL FRIEND, ovvero di amico critico: colui che non è sempre d’accordo con te a priori, e se serve, ti fa cambiare decisamente strada in merito alle decisioni da prendere. 

Rio Mare e WWF si propongono quindi di: 

1. Aumentare l’approvvigionamento e la produzione di prodotti sostenibili entro il 2024: questo sarà l’anno zero, a partire dal quale il 100% del tonno sarà pescato da fishery certificate MSC (Marine Stewardship Council) o coinvolte in progetti di miglioramento della pesca (Fishery Improvement ProjectsFIPs) credibili e robusti. Adesso siamo al 52,4%.

2.Entro il 2024, il 100% delle altre specie di pesce di cui si approvvigiona Rio Mare (salmone, sgombri e sardine) proverranno da attività di pesca certificate MSC o ASC (Aquaculture Stewardship Council) o da progetti di miglioramento delle aree di pesca (FIP) o dell’acquacoltura (Aquaculture Improvement ProjectsAIPs).

3.Tutte le barche che approvvigionano Rio Mare dovranno essere tracciate.

4.Si svilupperà una forte politica sui diritti umani delle popolazioni dei luoghi dove viene effettuata la pesca.

 

 

 

TETEPARE ISLAND: protetta con il supporto di Rio Mare 

Ma Rio Mare non punta solo al discorso produttivo: insieme a WWF sostiene e protegge Tetepare, che è l’ultima isola selvaggia delle Solomon. Qui c’è un patrimonio mondiale di biodiversità marina, dove nuotano oltre 2000 specie di pesci. L’obiettivo dell’azienda e dell’associazione è far sì che questa zona sia dichiarata “Area protetta” all'interno del “National Protected Areas Act”, grazie al coinvolgimento della comunità locale tramite la Tetepare Descendants' Association.  

 

Rio Mare: il vero sapore della qualità 

Quando si dice Made in Italy si dice Rio Mare, che mostra tutta l’eccellenza di un marchio che arriva sulle nostre tavole da generazioni, e che ormai viene commerciato in tutto il mondo. Rio Mare punta a prodotti basic come il tonno in scatola, ma con un focus elevato su qualità e bontà 

 

Bolton Food è la società del Gruppo Bolton attiva nella produzione e commercializzazione di conserve ittiche. È leader in Italia e in Europa nel mercato del tonno con il marchio Rio Mare e vanta una presenza in oltre 45 Paesi nel mondo. E tutto parte dallo stabilimento produttivo di Cermenate (Como), il più grande e tecnologicamente avanzato d’Europa e ad oggi tra i più moderni al mondo, che occupa oltre 500 dipendenti. 

Ma la qualità non si vede solo nella presentazione del prodotto finale, ma nel rispetto di tutte le fasi di produzione, dalla scelta dei luoghi di pesca alle strategie, fino alla decisione di non mettere in commercio tonni a rischio di estinzione come il tonno rosso. Anche lo stabilimento di Cermenate è particolarmente innovativo da un punto di vista ambientale: si sono impegnati nell’utilizzo di energie da fonti rinnovabili e nel recupero dei rifiuti: stanno facendo anche lattine più sottili, per sprecare meno. 

 

Ondina e il suo amico Oceano